PARTITO
SECESSIONISTA
DELL´ITALIA
MERIDIONALE

 
Logo PSIM

PSIM
Home In prima pagina Campagne per il Sud Organigramma Video e immagini
 
Varie Testimonianze Contatti Adesioni Mappa del sito
 
  Il Partito Secessionista dell’Italia Meridionale ha per finalità la secessione, dall’attuale Stato cosiddetto italiano, del territorio dell’Italia Meridionale appartenente in passato allo Stato delle Due Sicilie.

Ciò come sola via concreta per metter fine alla situazione aberrante in cui è stata gettata questa terra, da sempre faro di cultura e di civiltà

Secessione da realizzarsi in applicazione della Convenzione internazionale stipulata nell’ambito dell’ONU il 16.12.1966, e ratificata dall’Italia con la legge 881 del 25.10.1977, pubblicata nel Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 7 dicembre 1977, n.333.

Detta Convenzione all’art. 1 stabisce testualmente che “tutti i popoli hanno il diritto di autodeterminazione. In virtù di questo diritto, essi decidono liberamente del loro statuto politico e perseguono liberamente il loro sviluppo economico, sociale e culturale”.

E che “gli Stati parti del presente Patto debbono promuovere l’attuazione del diritto di autodeterminazione dei popoli e rispettare tale diritto, in conformità alle disposizioni dello Statuto delle Nazioni Unite”.

Ciòè se in un certo territorio la popolazione manifesta insofferenza verso lo Stato di cui quel territorio fa parte, questo Stato non solo non può opporsi al distacco di questo territorio, ma è tenuto ad agevolarlo.

Ebbene, le norme di detta Convenzione prevalgono su qualsiasi norma italiana che ne sia in contrasto, come confermato dalla stessa Corte di Cassazione italiana (Cass.Pen. del 21.3.1975).

Per cui in particolare l’articolo 5 della Costituzione secondo cui l’Italia sarebbe...“una e indivisibile” viene ad essere nullo.